Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Vendere casa ereditata

Se avete ereditato una casa, il primo passo da fare è presentare una dichiarazione di successione all’Agenzia delle Entrate. Una volta fatto ciò è possibile che la vostra scelta sia quella di vendere la casa. Ecco quali sono le norme da rispettare nella vendita di una casa ricevuta per successione ereditaria. Se non siete unici eredi, se ad esempio volete vendere una casa ereditata insieme ai vostri fratelli, la casa non può essere venduta se non con il consenso di tutti. Nel caso in cui non tutti siano consenzienti si può procedere alla vendita della propria quota della casa ereditata. I coeredi hanno diritto di prelazione sulla quota in vendita quindi bisognerà stabilire il prezzo, proporre la vendita della propria quota ereditata e, nel caso in cui questi rifiutino, si può procedere con la vendita a terzi. È bene che sia tutto documentato altrimenti la vendita può essere annullata.

Tassazione di vendita della casa ereditata: plusvalenza e imposte

In genere, un immobile acquistato e rivenduto prima dei 5 anni è soggetto a tassazione sulla plusvalenza. La plusvalenza altro non è che la differenza di valore tra prezzo di vendita e prezzo di acquisto di un immobile. Questo valore è considerato un guadagno in quanto la vendita entro 5 anni viene considerata come attività speculativa e dunque va tassata con un'aliquota del 20%. Ovviamente se non c'è plusvalenza non c'è tassazione. Nel caso di vendita di una casa ereditata invece non si è soggetti a tassazione sulla plusvalenza se la vendita è successiva ai 5 anni. Si è soggetti ad una tassazione del 5% sulla plusvalenza nel caso di una vendita prima dei 5 anni.