Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Cosa succede se a ereditare una casa sono due persone?

17/09/2017

Può capitare, qualche volta, che due persone vengano designate come eredi di una stessa casa, vedi il caso di due fratelli. Potrebbe capitare, che i due fratelli non siano in buoni rapporti, o che l'uno abbia l'esigenza di vendere e l'altro no. Nel migliore dei casi l'abitazione in questione verrà divisa ed ognuno avrà la sua parte, ma, cosa succede se tale divisione non sia tecnicamente possibile?

Vediamolo insieme

Casa ereditata da due persone, cosa succede se non si può dividere

Quando un singolo bene, in questo caso un immobile, viene lasciato in eredità a due o più persone, ciascuno di questi ha il diritto di ricorrere al tribunale per chiedere lo scioglimento della comunione ereditaria, dimostrando la propria qualità di erede.

Il giudice, procederà prima di tutto a favorire la divisione del bene tra gli eredi ma, nel caso in cui questo non sia possibile - vuoi perchè la divisione deprezzerebbe la casa in questione o perchè l'operazione sia fisicamente impossibile – non resta altro da fare che scegliere tra due ulteriori soluzioni:

  • L'assegnazione esclusiva della casa all'erede che ne ha fatto richiesta, con l'obbligo di versare all'altro un conguaglio in denaro, pari alla metà del valore dell'immobile;

  • La vendita giudiziaria, e la divisione del ricavato tra i due eredi.

     

L'attribuzione esclusiva è da considerare come ultima spiaggia, nel caso in cui l'immobile non possa essere comodamente diviso ossia, stando a quanto dettato dalla Cassazione, non sia frazionabile mediante determinazione di quote suscettibili di autonomo libero godimento, senza che sia necessario fronteggiare problemi tecnici eccessivamente costosi: ovviamente la divisione non deve incidere ne sulla destinazione del bene ne tanto meno sul suo valore.

Nel caso in cui non sia possibile la comoda divisibilità della casa tra gli eredi, si procederà all'assegnazione esclusiva. Se, entrambi gli eredi ne avessero fatto richiesta, il giudice procederà al sorteggio, o deciderà in base all'interesse dimostrato dagli eredi : è sempre favorito colui che abbia già vissuto nella casa, insieme al parente defunto.