Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Mercato immobiliare 2018: la ripresa si consolida

23/05/2018

La ripresa del mercato immobiliare italiano è ormai un dato di fatto, sopratutto per quanto riguarda il settore residenziale. Per quattro anni di fila il comparto ha fatto registrare un trend positivo, con un numero di compravendite in costante aumento, e la situazione sembra essere destinata a migliorare ulteriormente. Ad affermarlo i dati contenuti nel “Rapporto immobiliare residenziale 2018” realizzato dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate (Omi), in collaborazione con l’Associazione Bancaria Italiana (Abi).

Il 2018 sarà l'anno d'oro del mercato immobiliare italiano. 

Secondo il direttore centrale dell'Omise, nel corso del 2018 la ripresa del mercato immobiliare potrebbe consolidarsi, grazie ai tassi di crescita che si mantengono simili a quelli visti nel 2017, e con prezzi che, se pur mantenendosi in una condizione di stallo, supereranno comunque la soglia positiva. Il tutto però dipende anche da diverse variabili "esogene", ossia da fattori esterni al mercato in se. Tra questi, vanno sicuramente menzionati i tassi di interesse, i redditi e i livelli d'occupazione delle famiglie e i ai loro progetti per il futuro. 

Per quanto riguarda l'andamento dei prezzi Federico Polidoro, dirigente del Servizio Sistema Integrato sulle condizioni economiche e i prezzi al consumo dell’Istat, nell’illustrare il possibile andamento futuro di questi, ha sottolineato come in base ai dati inerenti all'ultimo quadrimestre del 2017, è facile dedurre che senza ulteriori varianzioni,  l’anno in corso si chiuderebbe con un -0,1%. Ma non è ancora detta l'ultima parola. 

Ruolo importante nell'andamento positivo, presente e futuro, del mercato immobiliare è giocato dalle agevolazioni fiscali che, secondo Guerrieri, invogliano le famiglie ad investire nel mattone, sopratutto quello di "seconda mano".  

Mercato immobiliare 2018, la situazione nelle regioni e grandi città

Entrando nel dettaglio dei dati contenuti nel Rapporto immobiliare residenziale 2018, si nota che i miglioramenti più accentuati hanno interessato il Sud del paese che ha fatto registrare un incremento de 5,8%, seguito dal Nord Ovest, dove l'aumento registrato è stato invece del 5,3%. AL terzo posto l'area centrale dell'Italia, con +3,5%.

Dal punto di vista regionale è la Campania a guidare il miglioramento, con un incremento dell' 8% sulle compravendite, seguita da : Calabria, Toscana e dalla Sardegna, dove l'aumento si aggira leggermente al di sopra del 6%. Per quanto riguarda le grandi città invece, i rialzi maggiori sono stati registrati a : Milano (8,1%), Palermo (+7,9%), Firenze (+7,8%), Napoli (+7,4%) e Torino (+4,9%).