Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Cos'è il sistema prezzo valore?

29/01/2020

Il sistema prezzo-valore serve per evitare che durante una compravendita immobiliare venga indicato un prezzo inferiore, rispetto a quello realmente pattutito, con l'intento di pagare meno tasse, 

Tale sistema, introdotto al fine di garantire una maggiore trasparenza, permette di stabilire la tassazione in base al valore catastale dell'immobile, e si applica sia per le compravendite di immobili a uso abitativo e relative pertinenze, sia in caso di usufrutto e nuda proprietà. Questo è applicabile nel caso in cui a portare a termine la trattativa sia una persona fisica che non eserciterà attività commerciali/professionali all'interno dell'immobile acquistato. 

Quindi, in poche parole, il sistema prezzo valore viene applicato quando le parti sono entrambi privati cittadini, o il venditore è una fondazione, un'impresa o un'associazione in regime di esenzione IVA, ed è applicabile alle vendite calcolate sulla base dell'imposta di registro. 

Al fine di poter accedere a questo regime, l'acquirente dovrà presentare esplicita richiesta al notaio, ed entrambe le parti dovranno specificare la somma concordata: nel caso in cui questa venga nascosta, le imposte di registro, ipotecaria e catastale verranno calcolate sull’intero importo pattuito e non più sul valore catastale, con l’aggiunta di una sanzione variabile dal 50% al 100% della differenza esistente tra l’imposta applicata e quella dovuta.

Se e quando il valore catastale indicato risulti inferiore a quello stabilito dalla legge l’Agenzia delle Entrate richiederà la maggiore imposta derivante dall’applicazione dell’esatto valore catastale, adottando comunque la regola del prezzo-valore.

I principali vantaggi per i compratori, derivati dall'applicaizone di questo sono sono: l’esclusione di accertamenti da parte dell’Agenzia delle Entrate; la non applicazione delle norme sull’accertamento ai fini IRPEF; una riduzione del 30% dell’onorario del notaio.