Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Gli immobili italiani si vendono più velocemente

24/04/2019

Tempi di vendita ridotti, indicatori di prezzi in linea con la disponibilità del consumatore. Questo  quanto messo in luce dall'analisi dell’Ufficio Studi di Tecnocasa, che ha preso in considerazione le grandi città, rispettivi hinterland e i capoluoghi di provincia a gennaio 2019.Un mercato sano e in piena guarigione quindi, dove l’offerta in diminuzione ha velocizzato le decisioni di acquisto.

A spiccare sono i tempi di vendita nelle grandi città, scesi a 129 giorni rispetto ai 136 di un anno fa mentre, nei capoluoghi di provincia, i tempi sono dilazionati a 151 giorni contro i 162 dello scorso anno. Lieve miglioramento è stato registrato anche nei Comuni dell’hinterland delle grandi città, che hanno fatto registrare 163: solo 5 giorni in meno rispetto ai 12 mesi registrati l'anno scorso.  

Per quanto riguarda le grandi città invece, i tempi più lunghi si sono registrati a Bari, con 173 giorni e Genova, 156 giorni. L'altra faccia della medaglia è invece rappresentata da Bologna, 94 giorni, e Milano, 100 giorni, i due mercati in cui i prezzi sono maggiormente cresciuti durante il 2018.

Il perchè di tale cambiamento è stato spiegato dal Centro Studi, che ha sottolineato come il tempo di permanenza di un immobile sul mercato dipenda da diversi fattori, primi tra tutti l’offerta sul mercato e dalla qualità dell’abitazione. In caso di abbondante offerta o di una bassa richiesta, i tempi di vendita si dilazionano perchè l'acquirente cerca con calma l'mmobile che corrisponde alle sue esigenze. Viceversa, quando la domanda è vivace la scelta avviene più velocemente: sempre ammesso che l'immobile rispecchi alcune "esigenze base" tra cui il prezzo.