Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Imu, le villette esenti dal pagamento

16/01/2019

L'acronimo IMU sta per Imposta Municipale Propria, e si applica sia agli immobili di proprietà che ad altri diritti reali, come l'usufrutto, comodato d'uso, superfice etc... Per questo, risultano essere soggette ad IMU anche fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli. Esistono però alcune eccezioni, come quella valida per la prima casa, esentata dal pagamento.

Diverso è il discorso, quando si parla sempre di prima casa ma "di lusso"

IMU per immobil di lusso

L'IMU si paga in due rare, con scadenza giugno-dicembre. L'importo dovuto si calcola applicando l'aliquota variabile del 0,76%, modificabile liberamente dai Comuni per un massimo di 0,3%. Per quanto riguarda invece gli immobili di lusso, seppur principali, l'aliquota parte dallo 0,4%, e può essere aumentata o diminuita dai Comuni, per un massimo dello 0,2%.

Quindi, per i proprietari di prima casa di lusso l'esenzione non vale, almeno non per intero. Il pagamento della seconda rata dell'IMU non è infatti obbligatoria per tutti e, a fare la differenza, sono i concetti di ville e villini, così definiti dal catasto: per villino s'intende un fabbricato avente caratteristiche costruttive, tecnologiche e rifiniture, proprie di un fabbricato di tipo civile e/o economico. Inoltre, deve essere dotato per tutte o parti dell'unità immobiliare, di aree esterne ad uso esclusivo. Tali fabbriati appartengono alla categoria catastale A7.

Sono ville invece, immobili caratterizzati dalla presenza di parco e/o giardino, edificate in zone urbanistiche, e caratterizzate da rifiniture superiori all'ordinario . Questa tipologia di edificio rientra invece nella categoria A8. 

In termini di IMU, sono soggetti al pagamento della seconda rata solo gli immobili appartenenti alla categoria A8 mentre, sono esenti gli A7, considerati " non propriamente di lusso". Ovviamente, accertarsi della categoria catastale del proprio immobile è responsabilità del contribuente.