Mercato immobiliare 2018: comprare casa conviene più dell'affitto | Leonardo Immobiliare
Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Mercato immobiliare 2018: comprare casa conviene più dell'affitto

16/05/2018

Il mercato immobiliare italiano è in piena ripresa. A testimoniarlo sono tutti i maggiori esperti del settore, che più di una volta hanno sottolineato come le compravendite immobiliari, siano in netto aumento sopratutto al sud del paese. Protagonisti di tale miglioramento sono stati sia gli abitanti delle grandi metropoli, che quelli dei piccoli comuni, tutti accumunati da una  ritrovato fiducia nel mattone. 

Nonostante il buon andamento però i prezzi delle case risultano essere ancora bassi - vedi la recente analisi di Nomisma - fatta eccezione per alcune grandi città (tra cui Napoli) in cui il prezzo medio per l'acquisto di immobili residenziali sta pian piano risalendo, pur mantenendosi ancora lontano dai valori regitrati in periodo pre-crisi economica.

Che sia questo il momento giusto per comprare casa

Mercato immobiliare: comprare casa conviene di più dell'affitto

Questo è sicuramente il periodo migliore per comprare casa. A far propendere l'ago della bilancia verso tale decisione è il felice mix di alcuni importanti fattori:

  • I prezzi sono scesi, fatta eccezione per alcune grandi città, dov'è comunque ancora possibile acquistare casa a prezzi convenienti, in base al quartiere
  • I canoni di locazione stanno subendo un aumento generalizzato in tutta Italia.
  • I tassi dei mutui e i Btp continuano a mantenersi vicini al minimo storico.

Cosa vuol dire? Che tra 10 anni, avendo stipulato un mutuo a tasso fisso con prezzi stabili, il piatto della bilancia penderà nettamente in favore dell’acquirente piuttosto che dell’affittuario, in quanto l'aumento del valore dell'immobile ripagherà, se pur lentamente, chi ha deciso di dare fiducia al mattone. Per non parlare del risparmio vero e proprio in termini monetari, e sopratutto a "breve termine". 

Calcolatrice alla mano, e prendendo ad esempio alcuni dati pubblicati dal Corrirere della Sera, si noterà facilmente il grande divario che al momento caratterizza il rapporto tra canone e mutuo. Prendendo per esempio una delle strade più "In" di Napoli, via Petrarca, si nota come un mutuo a 15 anni non arriva a coprire il 30% del canone. Stesso discorso vale per Milano, dove stipulando un mutuo a 15 anni, si copre a malapena il 43% del canone mentre, ipotizzando un finanziamento a 30 anni, si raggiunge a stento l’80%.