Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Mercato immobiliare, a Napoli continuano i miglioramenti

06/08/2018

 

Il settore immobiliare è stato uno dei comparti dell'economia italiana a risentire maggiormente della crisi economica, che ha vessato il nostro paese. Le compravendite hanno subito uno STOP durato anni a  favore dell'affitto, considerato più sicuro e "semplice", sopratutto per quanto riguardava le responsabilità pendenti sul fronte fisco. Una tragica situazione che ha portato il prezzo del mattone italiano a scendere drasticamente, e a passare per la maggior parte nelle mani degli investitori stranieri. Ma ad oggi, le cose sono cambiate radicalmente, soprattutto a Napoli, motore trainante del mercato immobiliare italiano. 

Compravendite immobiliari a Napoli, migliorano prezzi e tempi d'attesa

All'ombra del Vesuvio il 2018 è iniziato con una serie di buone notizie, per quanto riguarda il settore immobiliare. I dati resi noti dall'Agenzia delle Entrate hanno incoronato Napoli regina delle compravendite immobiliari residenziali del 2017. Nel periodo che va da gennaio a settembre, le transazioni registrate sono state ben 5.237 nella sola città, mentre nelle zone periferiche, le operazioni attestate sono state 7.924.

La ripresa del settore, con un particolare accento sul comparto residenziale, ha trovato nell'aumento del turismo in città il suo motore trainante fautore - così come discusso durante la tavola rotonda tenutasi presso la sede della Leonardo Immobiliare del Vomero - di una serie di nuove importanti opportunità. Gli investitori privati hanno dimostrato, da due anni ad oggi, un crescente interesse verso il settore turistico del mercato, puntando all'acquisto d'immobili destinati all'apertura di case-vacanza e strutture turistico ricettivi.

Questo ha fatto si che il mercato immobiliare napoletano si distinguesse come il più attivo nella prima parte del 2018, continuando a far registrare un buon numero di compravendite anche a Luglio: mese considerato “fiacco” per antonomasia. Rilevato anche un aumento dei prezzi, pari al +5,4%, che ha reso a Napoli il titolo di "città con il mercato più stabile", seguita da Pavia con 5,3%. Gli immobili più richiesti restano i bivani e i trivani, con un prezzo massimo di 150 mila euro nel Centro Storico di Napoli. La somma è destinata a scendere intorno ai 100-120 mila, in quartieri come la Sanità o i Tribunali.

La stessa forbice di prezzi è stato registrato per l'acquisto della prima casa da parte delle famiglie, con tetti massimi di 300 mila euro nei quartieri Vomero e Posillipo, per un unità abitativa di circa 90 mq. Migliorati anche i tempi di vendita, attestati intorno ai 7 mesi.