Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Mercato immobiliare, i prezzi iniziano a muoversi

25/03/2019

L'andamento dei prezzi degli immobili è ormai sotto la lente d'ingrandimento degli esperti del settore da diverso tempo. In molti hanno previsto una ripresa durante l'arco del 2019, anticipata da un periodo di stabilità, che sembra proprio essere iniziata. 

Durante tutto l'arco di febbraio infatti, i prezzi degli immobili italiani si sono aggirati intorno ad una media di 1.752 euro/m, mantenendo intatti gli standard di gennaio, seppur con forti disparità a livello nazionale.

Nonostante dal punto di vista regionale ci sia ancora una prevalenza di segni meno, alcune regioni hanno fatto registrare delle grandi performance, tra queste:  Valle d’Aosta (4,5%), Basilicata (1,8%) e Piemonte (1,2%).

Stessa disparità è visibile anche dal punto di vista delle provincie dove, troviamo ai due estremi Brindisi (-6,1%), Agrigento (-5,5%) e Asti (-3,4%) caratterizzate da grandi percentuali di ribasso mentre, Aosta (4,5%), Belluno (4%) e Matera (3,2%) segnano invece una crescita importante.

Anche i capoluoghi seguono la scia dell'andamento dei prezzi a livello provinciale, con una magiore percentuale di città in terreno negativo rispetto a quelle che hanno registrato incrementi.Le oscillazioni maggiori sono state registrate nei piccoli centri, tra cui Asti e Ravenna, dove il calo è stato del 3,3%, seguite poi da Siracusa e Forlì, con una percentuale di ribasso del 3,1%. Altra faccia della medaglia è invece la dinamicità, sul fronte dei prezzi, dei mercati di Pordenone (4,8%), Frosinone (4,7%) e Sondrio (3,4%).

Per quanto riguarda i grandi mercati, Torino si è distinta per il suo 2%, facendo registrare l’incremento maggiore, mentre a Napoli si è registrato un -2,8% insieme a Firenze e il -0,6% di Venezia. Rispetto a un mese fa stabili i valori a Roma (0,2%) e Milano (-0,1%)