Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Mercato residenziale in Campania: prezzi stabili e locazioni in rialzo

04/01/2021

 

L'anno nuovo è ufficialmente iniziato, e come di consueto è giunto il tempo di tirare le somme dei 365 giorni che ci siamo appena lasciati alle spalle, o meglio, le somme dell'ultimo trimestre. 
I dati raccolti in quest'ultimo periodo evidenziano una situazione positiva per il mercato residenziale della Campania, che procede a "doppia velocità", con prezzi di vendita stabili ( +0,2%) e canoni di locazione adirittura in crescita ( 4,8%) 

Si può quindi dire che, nonostante l'emergenza sanitaria, l'andamento del settore immobiliare campano si sia mantenuto stabile nonostante l'emergenza, seppur con qualche sofferenza. 

Analizzando i prezzi per singolo capoluogo notiamo che Napoli, tra luglio e settembre,  ha visto scendere i prezzi dell’1,4%, restando comunque la città campana più cara in cui comprare casa: per l'acquisto di un immobile di 65mq servono, in genere, 178mila euro, ovvero circa 800 euro al metro quadro in più rispetto alla media regionale.
Sopra la media anche Salerno e Avellino, che hanno registrato un aumento dei prezzi nel terzo trimestre del 2020 (0,7% e dello 0,9%) rispetto ad altre grandi città, dove invece a dominare è il segno meno vedi Caserta con -1,4% e Benevento -1,6%.

Diverso discorso vale per le locazioni, in aumento in tre capoluoghi su cinque.
Caserta, a fronte di un leggero calo nelle compravendite ha visto aumentare gli affitti del 3,3%. Napoli Salerno si confermano come le due città più care dove abitare in Campania:rispettivamente 12,3 (+0,8%) e 10,2 (+2%) al metro quadro. Più economiche Avellino (5,9 euro al mq, esattamente come nel trimestre precedente) e Benevento