Ricerca immobili

newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle notizie

dal mondo immobiliare.

Parliamo di Local Tax

18/12/2019

Da tempo ormai si fa un gran parlare della Local Tax: ovvero la tassa che unisce Imu e Tasi. La prima riguarda solo le seconde case, mentre la seconda viene amministrata dal Comune e serve per finanziare i servizi pubblici per la comunità, come la pulizia o l’illuminazione delle strade.

All'interno della bozza della Manovra economica 2020, le due imposte risultano essere unite, con un’aliquota dell’8,6 per mille. Il risultato dell'unione non provocherà alcun aumento della pressione fiscale, in quanto l’importo totale dovrebbe comunque rimanere invariato. I sindaci però avranno la libertà di aumentare l’aliquota fino al 10,6 per mille, con il tetto che potrebbe salire all’11,4 per mille nel 2020. Meccanismo che però non riguarderà chi paga già il massimo dell'aliquota Imu. 

I cittadini di centri urbani che, seppur di dimensioni elevate, non sono classificati come metropoli, secondo un’analisi dell’Istituto nazionale, corrono il rischio di andare incontro a un aumento di 235 euro. Inoltre, tramite delibera comunale sarà possibile azzerare l'imposta, o di escludere dal prelievo immobili di pregio, ville e castelli, per i quali la tassa è applicata anche quando si tratta di prima casa.